DAL 27 DICEMBRE 2022 AL 4 GENNAIO 2023
Prezzo
€453 a persona a persona/e
Durata
9 giorni
Destinazione
Europa

Invito alla corte dei principi di Baviera

  • Informazioni
  • Programma
  • Galleria fotografica

Dettagli

Destinazione
Europa Scopri Europa
Servizi inclusi
  • Ingressi
  • Presenza di accompagnatore tecnico
  • Sosta in Campeggio / Area di sosta / Parcheggio
  • Spese organizzative
  • Trasferimenti con traghetti
  • Visite guidate come da programma
Servizi e costi non inclusi
  • Autostrade
  • Carburante
  • Pasti / beveraggi / mance
  • Trasferimenti con mezzi pubblici

Dal 27 dicembre 2022 al 4 gennaio 2023

Con 3 B intendiamo Baviera – Birra – Barocco. Abbiamo organizzato un tour nella regione tedesca della Baviera che ci porterà a visitare i castelli dei principi, a bere birra nei locali più caratteristici, ad ammirare lo stile barocco dei migliori architetti. E se questo non basta, sarà possibile, per gli appassionati, trascorrere qualche giorno a sciare sulle famose piste di questa regione.

Cominciamo dal Castello Reale di Herrenchiemsee sulla Herreninsel sul lago Chiemsee. A partire dal 1878 Ludovico II fece costruire qui una copia del Castello di Versailles quale “Tempio della Fama” per Luigi XIV di Francia, il Re Sole, le stanze principali rappresentano l’apice dell’arte decorativa del XIX secolo, con arredi di gran lunga più sfarzosi di quelli di Versailles.

Raggiungeremo quindi Monaco di Baviera dove visiteremo il centro storico recandoci nei luoghi che sono assolutamente da scoprire, birrerie comprese. Tra le più famose:

  • Löwenbräukeller, la birreria del leone, aperta nel 1883, fu la prima, tra le birrerie di Monaco, ad apparecchiare i tavoli con tovaglia e tovaglioli per i clienti
  • Paulaner Bräuhaus, fondata nel XVII sec. dall’ordine dei monaci paolini che inizialmente producevano birra per il loro consumo personale e solo più tardi cominciarono a venderla al pubblico
  • Augustiner Keller, una delle più antiche birrerie di Monaco, serve la sua birra Edelstoff dal 1812
  • Bayerischer Donisl, “locanda della vecchia stazione centrale”, sulla Marienplatz, si tratta della seconda più antica birreria di Monaco
  • Der Pschorr
  • Hofbräuhaus, una vera e propria istituzione in città
  • Weisses Bräuhaus, specializzata nella birra di frumento
  • Altes Hackerbräuhaus

A Monaco di Baviera visiteremo tra l’altro la Residenza, ossia il fulcro politico e culturale dapprima del ducato, in seguito del principato e per finire del regno bavarese. Nella sua doppia funzione di reggia e di sede del governo la storia della Residenza è inscindibilmente legata alla dinastia dei Wittelsbach. I singoli regnanti fecero sistemare e ampliare le stanze a loro piacimento. Dell’esecuzione vennero incaricati rinomati artisti. La Residenza era inoltre il luogo in cui i regnanti solevano conservare le loro collezioni d’arte e il tesoro della casata.

Dedicheremo naturalmente una giornata alla visita del Castello di Nymphenburg. Nel 1664, in occasione della nascita dell’erede al trono Massimiliano Emanuele, il principe elettore Ferdinando Maria e la sua consorte Enrichetta Adelaide incaricarono l’architetto Agostino Barelli di costruire questa residenza a Monaco mentre a partire dal 1701 Massimiliano Emanuele lo fece ampliare con l’aggiunta delle gallerie laterali e dei padiglioni residenziali. Il percorso di visita conduce anche nella stanza natale di Re Ludovico II di Baviera e alla famosissima Galleria delle Belle di Re Ludovico I.

Di seguito ci sposteremo a Oberammergau, cittadina famosa per le sue case dipinte che raffigurano scene della Bibbia, della vita dei santi, delle fiabe. Questi murales, chiamati “Lüftlmalerei” sono l’orgoglio del paese e una delle peculiarità della Baviera.

Dopo Oberammergau visiteremo l’Abbazia di Ettal, monastero benedettino tra i più belli in assoluto che, oltre ad essere la sede di un liceo e di una casa editrice, ospita anche ristoranti, una fabbrica di birra e una distilleria. Nel negozio annesso al complesso abbaziale si possono acquistare la birra bionda e quella scura, riunite sotto il marchio Ettaler Klosterbiere, e diversi tipi di liquori, prodotti seguendo l’originale ricetta dei monaci.

Ovviamente non ci perderemo la visita al Castello di Linderhof che insieme al parco rappresentano uno dei complessi artistici più variegati del XIX secolo. La ‘Villa Reale’ è l’unico castello che il re Ludovico II di Baviera sia riuscito a portare a compimento, dietro la facciata barocca gli interni sono in stile rococò e si ispirano a motivi dell’epoca di Luigi XV di Francia.

 

Ecco il programma.

27-12-2022

Ritrovo a Vipiteno entro le ore 11,00. Nel pomeriggio spostamento a Bernau-Felden sul lago Chiemsee in area camper.

28-12-2022

Giornata dedicata alla visita del Castello di Herrenchiemsee e dell’isola sulla quale si trova che raggiungeremo con un battello.

29-12-2022

In mattinata spostamento a Monaco di Baviera e sosta presso il Campingplatz Nord-West. Nel pomeriggio inizio della visita alla città che raggiungeremo con i mezzi pubblici.

30 e 31-12-2022, 1 e 2-1-2023

Giornate dedicate alla visita di Monaco di Baviera e ai festeggiamenti di fine anno. Per il 31-12-2022 si prevede una cena presso un locale tipico/birreria la cui partecipazione è libera e il costo escluso dalla cifra richiesta per il viaggio.

3-1-2023

Spostamento a Oberammergau in area camper. Giornata dedicata alla visita del paese e al Castello di Linderhof.

4-1-2023

Giornata dedicata alla visita dell’Abbazia di Ettal. Fine viaggio.

Cucina bavarese

  • Il formaggio di fegato è anche chiamato Fleischkäse o Beamtenripperl ed è un vero classico della cucina bavarese. Viene servito con insalata di patate e uova fritte come pasto caldo principale, o anche con cetrioli aspri messi in un panino come spuntino
  • Un sogno fatto di cioccolato è la torta dei principi, che il pasticcere Julius Rottenhöfer dedicò al principe reggente Luitpold. La torta è tradizionalmente composta da otto strati alternati di fondo di biscotto sottile e crema di cioccolato aromatico, ricoperto da una glassa di cioccolato. Gli strati dovrebbero rappresentare gli otto distretti governativi della Baviera
  • Il dessert più famoso è la crema bavarese, servita già nel 1385 alla corte del duca di Baviera Ingolstadt
  • Uno dei piatti a base di carne più famosi e amati della Baviera è la salsiccia bianca – anche se esiste solo dal 1857. Secondo la leggenda, il Weißwurst è nato in una fredda mattina di febbraio quando il macellaio Sepp Moser, che non era ancora del tutto sobrio dopo una notte di carnevale, doveva preparare le salsicce. Sbagliandosi fece delle salsicce troppo grosse per essere cotte sulla piastra e così decise di buttarle in una pentola con acqua calda. Questa sua “specialità” ebbe un grande successo, venne gradualmente raffinata e divenne parte integrante della cucina tradizionale bavarese.
  • GIORNO 1 27 dicembre
  • GIORNO 2 28 dicembre
  • GIORNO 3 29 dicembre
  • GIORNO 4 - 5 - 6 - 7 - dal30 dicembre al 2 gennaio
  • GIORNO 8 3 gennaio
  • GIORNO 9 4 gennaio
GIORNO 1 27 dicembre

Vipiteno

Ritrovo presso l'area di servizio Brennero lungo l'autostrada A22 entro ore 11, oo.

coordinate GPS N46.99392 E11.50042

Nel pomeriggio partenza per raggiungere la prima tappa del viaggio sul lago Chiemsee.

Area camper in Chiemsee , Bernau - Felden https://wohnmobilhafen-am-chiemsee.de/  

 

 

 

 

GIORNO 2 28 dicembre

Chiemsee

Giornata dedicata alla visita del Castello di Herrenchiemsee e dell'isola sulla quale si trova che raggiungeremo con un battello.

Nel 1873, il re Ludovico II di Baviera acquistò Herreninsel come sede del suo nuovo castello di Herrenchiemsee. A immagine di Versailles, questo palazzo doveva diventare un "tempio di gloria" per il re Luigi XIV di Francia, che il monarca bavarese venerava senza limiti.

In questo castello Ludovico II ha evocato con estrema coerenza l’ideale di monarchia e gli dato forma con tutti i mezzi. Herrenchiemsee peraltro è rimasto incompiuto come il parco circostante che avrebbe dovuto comprendere la maggior parte dell’isola. Nel castello il Museo di Ludovico II illustra la vita e l’operato di questo ‘vero unico re dell‘Ottocento’, come lo definì Paul Verlaine nel 1886.

 

GIORNO 3 29 dicembre

Monaco di Baviera

In mattinata spostamento a Monaco di Baviera e sosta presso il Campingplatz Nord-West, Auf den Schrederwiesen 3, 80995 München, 48.199298, 11.497056.

Nel pomeriggio inizio della visita alla città che raggiungeremo con i mezzi pubblici.

A Monaco di Baviera visiteremo il centro storico recandoci nei luoghi che sono assolutamente da scoprire, birrerie comprese. Tra le più famose:

  • Löwenbräukeller, la birreria del leone, aperta nel 1883, fu la prima, tra le birrerie di Monaco, ad apparecchiare i tavoli con tovaglia e tovaglioli per i clienti
  • Paulaner Bräuhaus, fondata nel XVII sec. dall’ordine dei monaci paolini che inizialmente producevano birra per il loro consumo personale e solo più tardi cominciarono a venderla al pubblico
  • Augustiner Keller, una delle più antiche birrerie di Monaco, serve la sua birra Edelstoff dal 1812
  • Bayerischer Donisl, “locanda della vecchia stazione centrale”, sulla Marienplatz, si tratta della seconda più antica birreria di Monaco
  • Der Pschorr
  • Hofbräuhaus, una vera e propria istituzione in città
  • Weisses Bräuhaus, specializzata nella birra di frumento
  • Altes Hackerbräuhaus

A Monaco di Baviera visiteremo tra l'altro la Residenza, ossia il fulcro politico e culturale dapprima del ducato, in seguito del principato e per finire del regno bavarese. Nella sua doppia funzione di reggia e di sede del governo la storia della Residenza è inscindibilmente legata alla dinastia dei Wittelsbach. I singoli regnanti fecero sistemare e ampliare le stanze a loro piacimento. Dell’esecuzione vennero incaricati rinomati artisti. La Residenza era inoltre il luogo in cui i regnanti solevano conservare le loro collezioni d’arte e il tesoro della casata.

Dedicheremo una giornata alla visita del Castello di Nymphenburg. Nel 1664, in occasione della nascita dell’erede al trono Massimiliano Emanuele, il principe elettore Ferdinando Maria e la sua consorte Enrichetta Adelaide incaricarono l’architetto Agostino Barelli di costruire questa residenza a Monaco mentre a partire dal 1701 Massimiliano Emanuele lo fece ampliare con l’aggiunta delle gallerie laterali e dei padiglioni residenziali. Il percorso di visita conduce anche nella stanza natale di Re Ludovico II di Baviera e alla famosissima Galleria delle Belle di Re Ludovico I.

 

GIORNO 4 - 5 - 6 - 7 - dal30 dicembre al 2 gennaio

Monaco di Baviera

Giornate dedicate alla visita di Monaco di Baviera e ai festeggiamenti di fine anno.

Per festeggiare il Nuovo Anno il giorno 31-12-2022 organizzeremo una cena in una delle birrerie della città non stappando il solito champagne, ma brindando con i boccali colmi della birra. La partecipazione alla cena è libera ed il costo è escluso dalla quota richiesta per il viaggio.

 

GIORNO 8 3 gennaio

Oberammergau

Spostamento a Oberammergau in area camper. Giornata dedicata alla visita del paese e al Castello di Linderhof.

Oberammergau si trova a circa un'ora da Monaco di Baviera, nella pittoresca valle dell'Ammer, ai piedi del monte Kofel, circondata dalle Alpi dell'Ammergau. Il villaggio non è famoso solo per la rappresentazione della della passione di Cristo durante il periodo pasquale, che attira migliaia di visitatori da tutto il mondo una volta ogni dieci anni, ma anche per quello che è noto come "Lüftlmalerei" ossia le decorazioni pittoriche delle case e per l'artigianato artistico del "Herrgottschnitzer", il mestiere di "scultore del legno".   

Il castello e il parco di Linderhof rappresentano uno dei complessi artistici più variegati del XIX secolo. La ‘Villa Reale’ è l’unico castello che il re Ludovico II di Baviera sia riuscito a portare a compimento, essa rivela un carattere francese il cui modello è il ‘Castelletto delle delizie’, edificio disposto perlopiù in un parco, così come era stato concepito nella Francia del XVIII secolo.  Ludovico II si ispirò al rococò dei suoi antenati, conosciuto già nell’infanzia nell’Amalienburg del Castello di Nymphenburg e nella Residenza di Monaco di Baviera.  Nel Castello di Linderhof Ludovico II creò stanze di una sfarzosità fantasmagorica che vanno ben oltre ogni modello di riferimento. 

GIORNO 9 4 gennaio

Ettal

Giornata dedicata alla visita dell'Abbazia di Ettal. Fine viaggio.

L'Abbazia di Ettal può vantare quasi 700 anni di storia; fondata nel 1330 dall'imperatore scomunicato Ludovico il Bavarese, ha avuto il suo periodo di massimo splendore nel XVII/ XVIII secolo e dopo un incendio nel 1744, iniziò la ricostruzione del monastero in stile barocco contemporaneo. La secolarizzazione nel 1803 interruppe non solo il completamento del complesso, ma anche l'intera vita monastica per quasi 100 anni. Grazie all'iniziativa del barone von Cramer-Klett, i monaci dell'abbazia di Scheyern furono in grado di reinsediare il monastero nel 1900. La tradizione educativa benedettina fu infine ripresa nel 1903 con l'apertura del ginnasio e del collegio.

Condividi sui social
A proposito di noi

Mondorama offre servizi di consulenza di viaggio, accompagnamento tecnico e guida turistica in viaggi in camper e non.

Info

MONDORAMA di Borghi Massimo
Via Aldina 15, 20900 Monza (MB)
P.IVA 11196810961
C.F. BRGMSM62E24F704G

Recapiti

TEL. +39 393 1373863
EMAIL: info@mondorama.eu

La nostra newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato e ricevere sconti e promozioni!

    Copyright 2021 MONDORAMA di Borghi Massimo Via Aldina 15, 20900 Monza (MB) P.IVA 11196810961.

    Close

    3 B per Capodanno: Baviera, Birra, Barocco

    Prezzo
    €453 a persona a persona/e
    Durata
    9 giorni
    Destinazione
    Europa

      Scrivici per informazioni su questo viaggio. Tutti i campi sono obbligatori *